IL MANUTENTORE DEL VERDE: COSA FA E QUALI SONO GLI SBOCCHI LAVORATIVI? | Isteform - Corsi professionali a Cosenza IL MANUTENTORE DEL VERDE: COSA FA E QUALI SONO GLI SBOCCHI LAVORATIVI?

IL MANUTENTORE DEL VERDE: COSA FA E QUALI SONO GLI SBOCCHI LAVORATIVI?

ISTEFORM Associazione Centro Studi

IL MANUTENTORE DEL VERDE

IL MANUTENTORE DEL VERDE: COSA FA E QUALI SONO GLI SBOCCHI LAVORATIVI?

Se pensate che basti avere il pollice verde per intraprendere la professione di Manutentore del verde non siete sulla strada giusta.

Infatti non ci si inventa manutentori del verde da un giorno all’altro poiché vengono richieste molte competenze oltre al semplice falciare un prato o raccogliere le foglie.

Occorre avere precise conoscenze teoriche e saper maneggiare correttamente attrezzature e macchinari specifici.

 

QUALI ATTIVITÀ SVOLGE IL MANUTENTORE DEL VERDE?

La figura professionale del Manutentore del verde allestisce, sistema e curare aree verdi, aiuole, parchi, alberature e giardini pubblici e privati. Si occupa di curare la predisposizione del terreno ospitante, la messa a dimora delle piante sino alla realizzazione dell’impianto e alla successiva gestione, applicando le necessarie tecniche colturali e fitosanitarie.

Gestisce le manutenzioni ordinarie e straordinarie, la potatura delle principali specie ornamentali in osservanza anche delle “Linee guida per la gestione del verde urbano e prime indicazioni per una pianificazione sostenibile”. Ha le conoscenze e competenze per applicare la difesa fitosanitaria ai vegetali nei limiti delle leggi in vigore. Si occupa di recuperare e smaltire correttamente sfalci e potature e non ultimo utilizza in modo corretto le attrezzature e i macchinari specifici.

Data la natura del lavoro, tra le caratteristiche che un Manutentore del verde deve possedere ci sono inoltre:

  • amore per la natura
  • predisposizione al lavoro all’aperto
  • capacità di analisi
  • capacità di interfacciarsi con il cliente e con le sue esigenze
  • sensibilità artistica e senso del “bello”
  • manualità e senso pratico

 

I REQUISITI PER SVOLGERE LA PROFESSIONE DI MANUTENTORE DEL VERDE

Chi intenda avviare l’attività di manutentore del verde e non sia in possesso di titoli di studio o qualifica nell’ambito delle discipline agrarie, ambientali, forestali, e naturalistiche, deve partecipare a un corso di formazione della durata complessiva di 180 ore, di cui:

  • 120 ore di formazione teorica 
  • 60 ore di formazione pratica

 

QUALI SONO GLI SBOCCHI LAVORATIVI DEL MANUTENTORE DEL VERDE? 

È possibile avviare un’attività in proprio offrendo servizi di giardinaggio e cura del verde per hotel, condomini, privati, aziende o enti pubblici. Si può lavorare presso imprese che si occupano della manutenzione di giardini, parchi e verde pubblico, in ditte specializzate nella progettazione e realizzazione di aree verdi, in vivai e garden center, o anche come addetti al reparto giardinaggio in negozi di fai da te e bricolage.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Contattaci

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo